Dal 2012 il centro di studio e documentazione ufficialmente riconosciuto dalla S.S. Lazio

65 volte…auguri, Sven!

imageLo sguardo verso il Golfo Persico: festeggerà oggi negli Emirati Arabi, attuale tappa della sua vita da giramondo, da amante del pallone, della bella vita e delle belle donne, il 65emo compleanno, l’amico Sven Goran Eriksson.

Si, perché Sven, in fondo, puo’ essere considerato l’amico ideale di ogni appassionato di Lazio. Per via, soprattutto, di quella fantastica collana di trofei messi assieme tra l’aprile del ’98 (con la seconda Coppa Italia della nostra storia) e il settembre del 2000 (con la Supercoppa vinta contro l’Inter).

In mezzo lo scudetto piu’ sofferto ed emozionante. La Coppa delle Coppe vinta col Maiorca. Lui, per una notte, meglio persino di Sir Alex Ferguson, il Manchester stellare schiantato dalla Lazio nel Principato.

Allenatore della Lazio piu’ forte della storia. Tecnico sagace, diventato furbo strada facendo, addio all’integralismo feroce che lo aveva contraddistinto nei suoi primi anni di carriera. Rettore di Torsby, lo avevano etichettato. Da noi divenne, piu’ semplicemente, Sven, con quella canzone, a lui dedicata, ideata dalla Curva Nord e fischiettata chissà quante volte anche da ognuno di noi. L’immagine di un uomo sempre in pace con sé stesso. Stile, classe, eleganza. La casa luminosa nel centro di Roma. Poi, in campo, a confrontarsi, ogni giorno, per quasi quattro anni, con giocatori fantastici. Dirigendoli senza stress, tirando fuori, da ognuno, il meglio delle proprie risorse. Oggi compie 65 anni, Sven: dopo il Messico e la Thailandia ha scelto di vivere negli Emirati Arabi. Ma la Lazio, lo ha confessato lui stesso, è stata parentesi straordinaria. Per lui e anche per noi… Auguri, Sven, uno dei tecnici piu’ bravi e piu’ amati che hanno incarnato lo stile-Lazio.