Dal 2012 il centro di studio e documentazione ufficialmente riconosciuto dalla S.S. Lazio

8 gennaio 2007, a Dubai la Lazio incassa un milione di euro

di Giorgio Bicocchi

Mauri esultaOlympique Marsiglia, Bayern Monaco, Benfica e Lazio: gli sceicchi degli Emirati non avevano badato a spese per organizzare un bel torneo dopo l’Epifania di otto anni fa. Mezzo milione di euro minimo garantito per ognuna delle quattro partecipanti, seicentocinquantamila euro in più, per chi arrivava secondo, addirittura un milione di euro supplementare per chi alzava il trofeo.

L’otto gennaio del 2007, battendo a Dubai per tre a uno l’Olympique Marsiglia, la Lazio si assicurò la finale del torneo contro il Benfica: gioia grande per le casse societarie che, solo per quell’acuto, introitarono un milione e centocinquantamila euro. La Lazio, il giorno successivo, perdendo (solo ai rigori) la finalissima col Benfica non avrebbe potuto aspirare al primo premio e al conseguente aumento del cachet: restò palpabile, però, la soddisfazione per il soggiorno vissuto negli Emirati. Un po’ per l’ottima figura che la Lazio fece davanti a tre potenze del calcio continentale, un po’ per il clima (mite e gradevolissimo), un po’ per il gruppo granitico che Delio Rossi stava forgiando. Al termine di quella stagione – come è noto – la Lazio sarebbe arrivata terza, mettendo assieme nel girone di ritorno una sequenza impressionante di vittorie e grandi prestazioni.
Come andò la gara contro il Marsiglia? Fu, come spesso accade in confronti, anche amichevoli, tra clubs italiani e transalpini, una sorta di battaglia. Con falli, ripicche, screzi e scontri verbali continui. Nell’Olympique giocavano, tra gli altri, Ribery, Valbuena e Nasri, tre giocatori mica qualunque. Sbloccò il risultato Mauri (ritratto, festante, nella foto a corredo), pareggiò proprio Nasri (poi lanciato nel grande calcio da Mancini nel Manchester City) prima che Makinwa e Foggia, dal dischetto, non materializzarono la festa. Lazio in finale contro il Benfica, convincente, tonica e, soprattutto, più ricca.
I giocatori che Delio Rossi spedì in campo al Al Maktoum Stadium? Eccoli: Ballotta, Behrami, Stendardo, Cribari, Zauri, Mudingay, Ledesma, Mutarelli, Mauri, Pandev, Rocchi. Nella ripresa subentrarono Bonetto, Siviglia, Firmani, Belleri, Foggia e Makinwa.
Alla fine di quel gennaio la Lazio cedette al Milan Oddo e ingaggiò Jimenez, preparandosi a timbrare l’ennesimo terzo posto della sua storia.