Dal 2012 il centro di studio e documentazione ufficialmente riconosciuto dalla S.S. Lazio

Il dossier sul Campionato Italiano di calcio 1914-15

Il Centro Studi Nove Gennaio Millenovecento sostiene la petizione promossa dall’Avv. Gian Luca Mignogna per l’assegnazione ex aequo dello scudetto 1914-15 e a tal fine ha redatto il dossier oggi pubblicato e consegnato alla F.I.G.C. dal promotore dell’iniziativa, con tutti i documenti fino ad oggi acquisiti.
Come è noto, quel Campionato venne interrotto a causa dell’entrata dell’Italia in guerra (e poi assegnato a tavolino al Genoa), quando in sostanza mancava una tornata di partite per designare le due squadre che si sarebbero affrontate nella finale nazionale.
Nel girone settentrionale, il Genoa (con 7 punti in classifica) avrebbe dovuto disputare l’ultima partita contro il Torino (che l’aveva battuto 6-1 all’andata e che aveva 5 punti in classifica), mentre l’Internazionale di Milano (con 5 punti in classifica) avrebbe dovuto affrontare il Milan (con 3 punti). In sostanza, sia il Torino che l’Internazionale, vincendo le
rispettive gare, avrebbero raggiunto il Genoa a 7 punti (con necessità di spareggi a due o a tre). In base a tali incontrovertibili dati, al momento della sospensione del Campionato, la situazione del girone era ancora fortemente incerta.
Il girone centrale, invece, era stato vinto dalla Lazio che, in virtù dell’anticipo dell’ultima giornata disposta dalla Commissione Tecnica Federale (e disattesa proprio dal Genoa), aveva vinto a tavolino anche l’ultima partita contro il Lucca. E questa è una novità (documentata dal Centro Studi), in quanto sino ad oggi si era sempre ritenuto che la sospensione avesse colpito anche l’ultima giornata del girone centrale (come risulta dal primo documento allegato al dossier, tratto dall’Almanacco Illustrato del Calcio Panini, che evidentemente non conosceva la notizia dell’anticipo dell’ultima giornata riportata da La Stampa del 12 maggio 1915). Il girone meridionale, composto da due sole squadre napoletane, era stato vinto dall’Internazionale Napoli sul Naples.
In conclusione, per accedere alla finalissima, il Genoa avrebbe dovuto affrontare il Torino nello scontro diretto e, in caso di sconfitta, sarebbe stato insidiato anche dall’Internazionale di Milano, mentre la Lazio avrebbe dovuto disputare una sorta di semifinale con l’Internazionale di Napoli.
Due ulteriori note di rilievo: la stampa del nord si schierò dall’inizio (addirittura dal 1915) in favore del Genoa; la F.I.G.C. ha recentemente dichiarato di non essere in possesso di alcun documento riguardante il campionato 1914-15, né di richieste di assegnazione del titolo, né tantomeno della delibera di assegnazione “a tavolino” dello scudetto al Genoa.
Alla luce di quanto esposto e documentato, non vi è alcun valido motivo tale da giustificare l’assegnazione del titolo solo al Genoa.

Visualizza il dossier