Dal 2012 il centro di studio e documentazione ufficialmente riconosciuto dalla S.S. Lazio

Il tris di Delio…con tuffo!

di Giorgio Bicocchi

Lazio-Roma 3-0Delio Rossi calò in tris ai danni di Spalletti in una notte di metà dicembre. Partita con undici punti di penalizzazione, poi ridotti a tre, a fronte di una condanna – stabilita dagli organi di giustizia sportiva – di cui ancora oggi, a diversi anni di distanza, facciamo fatica a capire il senso, la Lazio inizio’ proprio da quel derby la sua risalita graduale in classifica che avrebbe poi fruttato,

al termine di quella stagione, un impensato (alla vigilia) terzo posto e la possibilità di accedere al tabellone principale di Champions (come poi realmente accadde) eliminando, alla fine dell’agosto successivo, la Dinamo Bucarest. Non fu una partita: fu una sorta di massacro. Roma sopraffatta in ogni zolla del campo: un autentico capolavoro tattico di Delio Rossi, capace di mettersi in tasca – prima di vincere la Coppa Italia del 2009 – altri due derbies, segnando altre sette reti complessive ai dirimpettai. Insomma, un vero spauracchio.
Peruzzi Oddo Siviglia Cribari Zauri Ledesma Mudingay Mutarelli Mauri Pandev Rocchi: ecco chi scese inizialmente in campo. Ad inizio ripresa Manfredini rilevo’ Mauri. Alla festa, a risultato largamente acquisito, parteciparono pure Makinwa e Foggia. Fini’ tre a zero, come certo ricorderete, con l’Olimpico per trequarti vestito coi nostri colori. La Roma giochicchio’ calcio accademico, la Lazio punse di rimessa, sovvertendo il pronostico. Fu Ledesma, con un bolide da oltre trenta metri, a sorprendere Doni. Oddo, su rigore, oriento’ la vittoria. Sancita poi da un tap-in vincente di Mutarelli. Una di quelle notti magiche, impresse nella mente di ogni laziale. La Roma non pervenuta. La Lazio capace di giocare una partita senza errori, dal primo al novantesimo. I giallorossi provarono invano a prendersi la rivincita nel derby del successivo maggio. Non era aria, quell’anno. Fini’ zero a zero, con la Roma inconcludente, incapace, in quella stagione, anche solo di impolverare i guantoni di Peruzzi. Caroselli fino a notte, con Delio Rossi condotto da Suor Paola al Fontanone del Gianicolo per un tuffo in acqua celebrativo. Si, fu bellissimo vincere quel derby.