Dal 2012 il centro di studio e documentazione ufficialmente riconosciuto dalla S.S. Lazio

La S.S. Lazio piange la scomparsa di Sentimenti IV

Comunicato ufficiale della S.S. Lazio

1950 10 settembre Lazio-Inter 3-3-wLa Presidenza Generale della Società Sportiva Lazio, interpretando l’unanime cordoglio dell’intera famiglia biancoceleste, piange la scomparsa di Lucidio “Cochi” Sentimenti, impareggiabile portiere della Lazio degli Anni Cinquanta capace, assieme all’ardore dei fratelli Primo e Vittorio, di scrivere pagine di Lazio zeppe di aneddoti.

Con lui, in ordine sparso, si esibirono Alzani, Malacarne, Furiassi, Antonazzi, Fuin, Montanari, Flamini, Larsen, Bredesen, Hofling, Puccinelli, Magrini. Eroi di un’epoca lontana, quella dell’immediato Dopoguerra, in cui la Lazio alimentava crescenti entusiasmi, anche per l’esempio di alcuni suoi interpreti, come “Cochi”.
Lucidio Sentimenti era il più longevo calciatore biancoceleste ancora in vita dopo Uber Gradella: il coraggio, l’abnegazione, l’amore per la causa e la dedizione furono compagni della sua avventura Laziale durata cinque stagioni, dal ’49 al ’54, annate contraddistinte da eccellenti piazzamenti alla spalle delle corazzate del Nord.
E’ un ricordo romantico quello che “Cochi” tramanda: l’immagine di un calcio antico e bellissimo, di maglie biancocelesti sbiadite dal sudore. Per tutto questo sarà difficile dimenticarlo.