Dal 2012 il centro di studio e documentazione ufficialmente riconosciuto dalla S.S. Lazio

Nel Golfo Persico: la tournée in Kuwait

di Giorgio Bicocchi

1974.11.00 Trasferta in Kuwait Tinaburri e Badiani frontewtmApprofittando della sosta in campionato (con l’ultima partita pareggiata fortunosamente al San Paolo di Napoli), con lo scudetto sul petto, omaggiata anche da un ricco ingaggio, la Lazio partì a metà novembre del ’74 per il Kuwait.

Qui, nel Golfo Persico, il calcio non era ai livelli di oggi ma la passione per il football iniziava a lievitare. La foto che il Centro Studi vi mostra raffigura Roberto Badiani e Giuliano Tinaburri fuori dalla piscina dell’albergo che, nella capitale kuwaitiana, ospitava la squadra. Facce allegre, sole, divertimento, relax.
Come tutte le tourneè anche quella nel Golfo Persico registrò divertenti intermezzi: al termine della prima partita contro una selezione locale, infatti (vinta per la cronaca tre a zero con reti di Chinaglia, Nanni e Badiani), la comitiva biancoceleste venne ospitata nel deserto, mangiando carne locale ed assistendo a balli e musiche. Il trasporto avvenne in jeep, scorazzando tra le dune, al culmine di tramonti mozzafiato. Puntualmente distratti dagli scenari e da un mondo oggettivamente diverso dal nostro, la Lazio perse la seconda partita in programma, arrendendosi per uno a zero ad un’altra formazione locale. Gara pure nervosa, condita dall’espulsione di Frustalupi e dai “gialli” rimediati da Wilson e Petrelli. Tornata in Italia, la Lazio riprese a balbettare, punita, di li’ a due settimane, dalla Roma, nella stracittadina di andata autografata da De Sisti.