Dal 2012 il centro di studio e documentazione ufficialmente riconosciuto dalla S.S. Lazio

Piola, mostra da leggenda – Roma, dal 4 al 6 Ottobre 2013

locandina mostraSaloni della Tribuna Autorità dello Stadio Olimpico, dal 4 al 6 ottobre prossimi: c’è la mostra dedicata a Silvio Piola, in occasione del centenario della nascita, da ammirare. E anche, per ogni laziale, da custodire. Perché Piola, per noi, resta qualcosa di magico e trascendente. Centravanti, capitano, campione del mondo, capocannoniere: nove anni in biancoceleste.

Con lo stile ed i cromosomi del laziale autentico. Che non sfoggia, non esibisce. Sobrio nelle vittorie, composto ed orgogliosi davanti ai rovesci, del campo e della vita.
Il Centro Studi Nove Gennaio Millenovecento annuncia un altro suo vanto: abbiamo partecipato all’allestimento della mostra dedicata a Silvio. Lavorando con la consueta passione, scegliendo foto e storie del periodo biancoceleste. Optando per raccontare non solo il Silvio-campione, fromboliere di quell’età, ma pure il Piola-privato. Quello che abitava a via Cola di Rienzo e decideva di percorrere la strada a piedi per arrivare nella storica sede della Lazio di via Frattina. Quello che, da solo, si caricava sulle spalle il resto della squadra, vincendo un derby con la testa rotta. Immagini che hanno fatto epoca, fortunatamente eredità solo biancocelesti. E poi il rapporto con la gente, con i tifosi piu’ piccoli, che incontrava a via Frattina e con i quali si intratteneva senza le civetterie della star del pallone di oggi.
Istantanee di Roma-sparita a corredo di foto magiche: che commoveranno i tifosi biancocelesti dagli ottanta anni in su e renderanno orgogliosi quelli piu’ giovani, che le gesta di Piola hanno vissuto di luce riflessa, dai racconti dei papà o dei nonni.
Tre giorni per sbandierare, come se ce ne fosse bisogno, una Lazialità unica: Piola resta nella nostra storia. Una di quelle leggende immortali, che non conoscono l’oblio. Cento anni dalla sua nascita, viva le celebrazioni. Una mostra, una maglia da esibire in campo, da Klose e compagni., nella notte contro la Fiorentina. Poi la mostra prenderà la strada del Piemonte, la terra natia del Campione. Uno che anche negli ultimi anni di vita, solo ascoltando il nome Lazio, aveva ancora un fremito di emozione.