Dal 2012 il centro di studio e documentazione ufficialmente riconosciuto dalla S.S. Lazio

Roma, 1908: Ancherani arbitro nella finale delle scuole

di Giorgio Bicocchi

ancherani arbitrowtmIl Collegio Nazareno esibiva i colori bianco e viola, il Liceo Ennio Quirino Visconti sfoggiava, invece, il bianco e nero. Racconta lo stralcio del settimanale che pubblichiamo – datato maggio 1908 – come il torneo di football delle scuole romane riscosse un grandissimo successo di pubblico. Una curiosità, scoperta dal Centro Studi Nove Gennaio Millenovecento: il torneo era organizzato dalla Lazio e l’arbitro di quella finale – vinta, per la cronaca, dal Nazareno per un gol a zero – era Santino Ancherani.

Si, proprio lui, il primo centravanti, capitano e condottiero della Lazio dei primi del Novecento.
Dall’articolo si evince, per induzione, un’altra considerazione. Erano evidentemente i giorni che anticipavano il trionfo della Lazio nel Torneo di Pisa, colto, nella prima decade del giugno 1908, contro Football Lucca, Spes e Virtus Juventusque Livorno. Un trionfo, tre vittorie nell’esiguo spazio di poche ore, come sapete, che resta record assoluto nella storia del calcio italiano.
Ancherani, dunque, oltre a divertirsi a dirigere una partita di calcio – la disciplina che, complice il pallone portatogli, da Parigi, da Bruto Seghettini, aveva praticamente importato a Roma – aveva evidentemente anche una funzione di ‘scopritore di talenti’. Nello stesso periodo, infatti, i fratelli Corelli, convinti proprio da Santino, decisero di lasciare la Virtus, abbracciando la Lazio. Probabilissimo, allora, che Ancherani, sognando di regalare alla Lazio i più bravi calciatori romani dell’epoca, avesse deciso di arbitrare quelle partite con l’intento di scovare campioni in embrione, vestendoli con i colori (e le maglie) cucite a mano proprio dalle sue donne di casa.
Un articolo, comunque, che riporta ad oltre cento anni fa. Ingiallito e romantico come solo le reliquie dei primi del Novecento sanno essere. Con la Lazio, già da allora, indiscussa protagonista della vita di Roma.