Dal 2012 il centro di studio e documentazione ufficialmente riconosciuto dalla S.S. Lazio

Sei anni senza Gian

Omaggio ad un grande laziale: sei anni fa ci lasciava Gian Casoni. Una vita al servizio della Lazio, nella concezione piu’ cara ai pionieri che la fondarono, 113 anni fa. Dirigente della Lazio Calcio, fondatore della Lazio Pallavolo, condusse quasi allo scudetto pure la sezione Pallamano: una sorta di tuttologo biancoceleste.

Uomo colto, arguto, mai sopra le righe, sobrio nelle vittorie, mai pessimista dopo qualche rovescio. Figlio di Giorgio, dirigente della Lazio degli anni prima e dopo la seconda Guerra Mondiale. Commissario Straordinario, consegno’ dapprima la società nelle mani di Umberto Lenzini. E, negli anni Ottanta, la rilevo’ da Aldo Lenzini, riportandola in serie A. Un eterno sorriso stampato sul volto, ottimismo e passione travolgente verso la Lazio. Intesa in senso lato, non solo pallone ma quell’oceano di sentimenti che sprigiona la Polisportiva.
Doveroso, oggi, nel sesto anniversario della scomparsa, dedicargli un affettuoso pensiero. Un bacio verso il cielo biancoceleste: ciao, grande Gian.